Trapianto di barba: è l’intervento di chirurgia estetica maschile più richiesto

Da diverso tempo la barba sta spopolando come tendenza tra la popolazione maschile: la maggior parte degli uomini ora va in giro con la virile peluria sul volto. C’è chi se la fa crescere in stile Babbo Natale e chi preferisce una leggera barbetta. E’ sicuramente l’accessorio for men di questa stagione (leggi su Velvet Style). Il sogno di tutti è averla come Hugh Jackman, Brad Pitt o George Clooney. Dà quel fascino in più che non guasta. E se non è abbastanza folta come desiderato? Che bisogna fare? Un bel trapianto. Ebbene sì. L’ultimo trend è proprio questo. Pur di avere una bella barba gli uomini sono disposti anche ad andare sotto i ferri. Secondo quanto riporta il Telegraph – l’International society of hair restoration – in Inghilterra sono stati eseguiti solo nell’ultimo anni più di quattromilacinquecento trapianti di peli, con un incremento del tredici per cento.

E non si bada a spese. Basti pensare che gli inglesi sono disposti a sborsare ben duemilaquattrocento sterline – quasi tremila euro – solo per infoltire la barba. Per averla invece completa addirittura novemila sterline che corrispondono a ben undicimila euro. Ma come funziona? La tecnica si effettua prelevando i peli da altre zone del corpo oppure dall’area sottostante il mento: questi vengono reimpiantati sul viso attraverso dei taglietti. Ovviamente il tutto in anestesia locale. Per i risultati completi però bisogna aspettare fino a dieci mesi.

In America – dove l’intervento costa circa settemila dollari (cinquemila euro) – i chirurghi estetici spiegano che a fare richiesta maggiore di questo trattamento sono gli uomini dai venti ai quarant’anni per nascondere le cicatrici causate dall’acne durante l’adolescenza oppure la classica crescita di peluria disordinata a chiazze. Questo nuovo trend arriverà anche in Italia?

Foto by LaPresse/Claudio Bernardi

Impostazioni privacy