Il fitwalking fa bene alla salute e alla linea

Il fitwalking – anche detto speed walking e power walking – è l’azione di camminare con una velocità superiore all’intervallo naturale del cammino. Questa pratica di camminare velocemente è stata molto raccomandata come alternativa al jogging, in quanto produce meno impatti alle articolazioni in modo significativo. Secondo quanto riporta il mensile Donna Moderna, a praticare questo sport sono le donne per il sessantacinque per cento e gli uomini per il quarantacinque. Si tratta di un vero e proprio stile di vita: “Si inizia per buttare giù i chili di troppo e rimettersi in forma – ha dichiarato Alessandro Lanzani, medico dello sport – E poi diventa una tecnica per stare meglio”. Infatti fa anche bene alla salute, infatti viene praticato come strumento di prevenzione delle malattie e a volte prescritto anche come terapia in alcune strutture ospedaliere. Per esempio ai malati di diabete o a quelli che hanno piccoli problemi cardiaci.

LEGGI ANCHE: CAMMINARE UN’ORA AL GIORNO PREVIENE I RISCHI DI TUMORI AL SENO

LEGGI ANCHE: LA CAMMINATA CON I BASTONCINI

La tecnica però è molto importante: a differenza della marcia è fatta di gesti più dolci, anche se tende ad usare maggior vigore nelle fasi di spinta e di appoggio rispetto al normale cammino. Il passo è più svelto del normale, ma si avvicina alla marcia nell’uso delle braccia e nella postura del tronco. Il vero segreto però è mantenere la naturalezza. Si tratta semplicemente di camminare più rapidamente e di farsi aiutare con le braccia nella fase di spinta. Praticare il fitwalking tre volte alla settimana per trenta minuti dà buoni risultati anche appena dopo un mese. E poi il movimento delle gambe fa bene alla circolazione del sangue e il sistema linfatico, avendo così un effetto positivo sulla cellulite.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy