Cameo, il Budino Muu Muu ritirato: trovate tracce di acqua ossigenata

Di buono, è buono. Su questo non si discute. Per il momento, tuttavia, il Budino Muu Muu della Cameo è finito nell’ombra. Stiamo parlando di quel budino alla vaniglia con le “macchie al cioccolato”, per intenderci. Che piace tanto ai bambini ma di certo non lascia indifferenti i giovani e gli adulti. Ebbene, la nota azienda ha ritirato il prodotto in questione dagli scaffali di 120 supermercati di tutte le catene sparse sul territorio (fra Esselunga, Coop, Crai, Pam Panorama e Gs) a causa della presenza di acqua ossigenata. Per l’esattezza, il lotto contaminato è il n° 27.02.2014 22:01 022 con scadenza 27-02-2014 e pare ne siano state distribuite circa 31.000 confezioni in totale.

Secondo quanto riportato da Il Fatto Alimentare, l’allarme è scattato in seguito alla segnalazione di un consumatore che, dopo aver mangiato il Budino Muu Muu, ha avvertito forti bruciori alla gola. A stretto giro l’Asl ha effettuato delle analisi, confermando la presenza di acqua ossigenata in due vasetti sui cinque rimasti. La notizia è stata anche segnalata nel Sistema di allerta europeo Rasff, visto che il dessert è stato prodotto in Germania.

La Cameo tiene a precisare che sono stati fatti altri controlli su campioni del suddetto lotto e non si è riscontrato alcun problema; in ogni caso, il ritiro dal mercato è stato il più tempestivo possibile, persino precedente all’attivazione dell’allerta. L’azienda ha spiegato inoltre che l’acqua ossigenata viene utilizzata per disinfettare i vasetti prima dell’utilizzo e che – per sicurezza – sono stati analizzati tutti i lotti limitrofi, i quali non presentano contaminazioni di sorta.

Il Budino Muu Muu non sparirà dal mercato, dunque, anche se forse sarà guardato con un certo sospetto. Almeno per un po’. D’altra parte è doveroso far presente la qualità che ha sempre contraddistinto la Cameo e che ha contribuito a decretare il successo dei suoi prodotti.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy