Tapis Roulant: dimagrire con costanza

Il tapis roulant è fra gli attrezzi più diffusi e apprezzati per praticare attività fisica. E’ presente nella maggior parte delle palestre ma si può anche collocare e utilizzare a casa: questo è uno dei principali punti a suo favore. Permette di simulare la corsa o la camminata e rientra nelle attività da cardiofitness; può essere praticato da chiunque a qualunque età, naturalmente scegliendo la velocità e la distanza percorsa a seconda delle caratteristiche individuali. Non ci sono particolari controindicazioni, anche se è sconsigliato a chi ha gravi problemi articolari e/o muscolari, soprattutto se riguardanti schiena, ginocchia e caviglie.

Il tapis roulant fa dimagrire? Sì, purché venga praticato con costanza, ovvero almeno tre volte a settimana e per 20-30 minuti di seguito. Preferibilmente la mattina e comunque a digiuno. Per ottenere risultati efficaci è bene seguire un programma di allenamento ben preciso, per esempio il seguente:

5 minuti a velocità 5,5 Km/H e Pendenza 3 per cento
2 minuti a velocità 8 Km/H e pendenza 2 per cento
3 minuti a velocità 10 Km/H e pendenza 1 per cento
2 minuto a velocità 12 Km/H e pendenza 0 per cento
3 minuti a velocità 14 Km/H e pendenza 0 per cento
5 minuti a velocità 5,5 Km/H e Pendenza 3 per cento

E’ un programma, quello sopra descritto, piuttosto intenso e dunque più valido di 40 minuti di corsa leggera. Il tapis roulant consente di bruciare calorie, tonificare gambe, glutei e polpacci (combattendo, di conseguenza, anche il problema relativo alla ritenzione idrica), migliorare la circolazione sanguigna e l’efficienza del cuore. Se praticato con costanza – appunto – giova moltissimo anche alle articolazioni, mantenendone intatta l’elasticità e prevenendo infortuni o altri disagi che possono essere causati dall’invecchiamento.

Due raccomandazioni importanti: non salire sul tapis roulant se la pedana è in movimento, cercare di mantenere la schiena più dritta possibile e non voltarsi durante l’allenamento.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy