La valeriana officinale per dormire meglio nei cambi di stagione

Il cambio di stagione non è sempre gradito dall’organismo: soprattutto gli individui che soffrono di disturbi dell’ansia, infatti, avvertono il risvegliarsi e l’accentuazione di fastidi fisici e mentali come insonnia, sbalzi d’umore e irritabilità. Questo riacutizzarsi si manifesta soprattutto con l’arrivo della stagione primaverile, da qui la classica espressione “mal di primavera” utilizzata per descrivere la sensazione di malessere, spossatezza e stanchezza. Un’ottima soluzione per far sì che questo periodo non diventi un inferno potrebbe essere l’uso di valeriana.

Cosa succede in primavera nell’organismo? Avviene un riadattamento sia fisico che mentale al nuovo periodo, ma questo non è sempre così semplice. L’incremento delle ore di luce fa produrre al corpo una quantità maggiore dell’ormone dello stress, tecnicamente chiamato cortisolo che comporta stati di ansia, insonnia, irritabilità e inappetenza. In questi casi occorre un coadiuvante, meglio se naturale, per lenire tutti i fastidi. Per affrontare con serenità i periodi di passaggio da una stagione all’altra, la prima regola importante da seguire è dormire almeno 8 ore a notte, così da risvegliarsi rilassati e pieni di energia. Per chi soffre d’insonnia, il rimedio per dormire sonni tranquilli è l’assunzione di farmaci naturali, come la valeriana officinale. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Valerianacee, la più utilizzata a scopo curativo tra ben 250 tipi esistenti.

Le sue proprietà tranquillanti e sedative sono conosciute fin dai tempi antichi: esistono infatti documenti che rivelano quanto i greci e romani apprezzavano i benefici di questa pianta; Ippocrate, ad esempio, nel IV secolo a.c., ne elogiava gli effetti ipnoinducenti, Plinio ne descriveva gli effetti analgesici e Galeno la consigliava come decongestionante. Molto prezioso è l’estratto della sua radice che, grazie alla sua azione sedativa: migliora la cattiva qualità del sonno, spesso causata proprio dal cambio di stagione.

Il farmaco naturale a base di valeriana officinale si può trovare in diverse forme nelle erboristerie: gocce, integratori, tisane, olio essenziale da bagno e il suo impiego è consigliato mezz’ora prima di coricarsi. Migliorare la qualità del sonno e lenire gli stati ansiosi con rimedi fitoterapici è una soluzione naturale e priva di effetti collaterali. Le sostanze contenute in questa radice, hanno anche un effetto rilassante per il sistema nervoso, riducono i valori della pressione sanguigna e mitigano i dolori spastici. Per le sue ricche proprietà benefiche, la valeriana officinale può essere considerata il rimedio naturale più efficace per curare i disturbi dell’ansia, soprattutto quelli che si riacutizzano nei periodi di cambio di stagione.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy