Artrite, bastano seimila passi al giorno per prevenirla

L’artrite è un disturbo che colpisce soprattutto le donne dopo i quarantacinque anni ed è la causa principale di disabilità fisica (e cronica tra i più anziani), tanto che chi ne soffre ha difficoltà nelle più semplici attività quotidiane come fare la spesa, alzarsi dal letto e persino farsi la doccia. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis Care & Research da Daniel K. White della Boston University in Massachusetts basta una camminata di un’ora ad andatura costante – seimila passi al giorno per la precisione – per evitare l’osteoartrite del ginocchio (la forma più comune di questa malattia). I principali sintomi sono scricchiolii delle ossa, ingrossamento delle articolazioni e rigidità.

LEGGI ANCHE: ECCO LA DIETA PER COMBATTERE L’ARTRITE

Il primo autore dello studio ha spiegato che nell’indagine sono stati coinvolti 1788 volontari, di cui il sessanta per cento donne intorno ai sessantasette anni. Per raccogliere i dati relativi all’età fisica, i soggetti coinvolti hanno indossato un contapassi che periodicamente è stato monitorato per lo stato di salute e la libertà dei movimenti. Dopo due anni di osservazione è emerso che le persone che hanno percorso meno di seimila passo al giorno sono quelle con probabilità più alta di dolore al ginocchio e quindi con conseguente limitazione fisica: mille passi al giorno sono utili per ridurre solo del diciotto per cento il rischio di osteoartrite.

LEGGI ANCHE: PREVENIRE L’ARTRITE CON UN BICCHIERE DI LATTE AL GIORNO

Insomma, camminare è una scelta eccellente perché aiuta a rafforzare e a mantenere la flessibilità delle articolazioni, aiuta la salute delle ossa e soprattutto riduce il rischio di osteoporosi. Non si tratta di un’attività fisica pesante e faticosa. Basti pensare che una passeggiata di dieci minuti corrisponde a milleduecento passi, un giro dell’isolato circa duecento passi ed una camminata di mezz’ora ad andatura costante esattamente tremila passi.

Foto by Twitter

Impostazioni privacy