Fertilità: cosa fare per aumentare le probabilità di avere un bambino

Desiderate avere un bambino ma il test di gravidanza ha dato un risultato negativo anche questo mese? Ecco cosa fare per aumentare le probabilità di rimanere incinta: dai metodi naturali ai cambiamenti di stile di vita, dai rimedi omeopatici alle “posizioni” più adatte sotto le lenzuola.

Per rimanere incinta, per prima cosa cercate di consumare alimenti più ricchi di omega-3, zinco, vitamina B6 e acido folico. Oltre alla dieta che vi abbiamo già consigliato, approfittate della stagione estiva per consumare più lamponi: questi dolcissimi frutti rossi sono alleati della fertilità, sia femminile che maschile. È altrettanto importante eliminare i vizi: fumo, alcool e stress fanno male tanto agli uomini che alle donne. Quindi, chiedete anche al vostro lui di smettere di fumare. In due è anche più facile dire addio alle sigarette.

Approfittate delle ultime settimane di vacanza per fare il pieno di vitamina D che il nostro corpo sintetizza attraverso la pelle quando è esposta al sole. Anche il freddo favorisce la riproduzione degli spermatozoi, quindi cercate luoghi freschi in cui “concepire”, come la montagna. Inoltre, se decidete di concentrare i rapporti sessuali nei giorni più fertili, non trascurate il sesso anche negli altri giorni del mese: non dovrebbero mai passare più di tre giorni tra un rapporto e l’altro, altrimenti gli spermatozoi si “impigriscono”.

Le posizioni migliori per il concepimento sono quelle che permettono una penetrazione più profonda come quella del missionario, quella laterale o da dietro, mentre è sconsigliata la posizione in cui lei si trova sopra, se lui ha gli spermatozoi lenti. Dopo il rapporto, si può tenere un cuscino sotto la schiena per una mezz’oretta, a meno che non si abbia una predisposizione alle infezioni delle vie urinarie: in questo caso è meglio svuotare subito la vescica. Infine, un valido aiuto arriva anche dall’omeopatia. Follicolinum e Ovarinum sono i rimedi che favoriscono l’ovulazione e migliorano la qualità degli ovuli.

Photo by Freeimages

Impostazioni privacy