Pulizia del viso: come preparare un bagno di vapore adatto alla propria pelle

Il bagno di vapore è un passaggio fondamentale della pulizia del viso fatta in casa. Con il calore, infatti, i pori si aprono lasciando affiorare in superficie tutte le impurità che diventano così più facili da eliminare con la rimozione manuale dei punti neri e un’accurata esfoliazione. I benefici del vapore si fanno sentire sia per la pelle grassa che, se colpita da brufoletti e foruncoli, necessita di una profonda pulizia fai da te almeno due o tre volte a settimana, sia per la pelle normale o secca, anche se in quest’ultimo caso consigliamo di eseguirla una volta sola a settimana, specie se è delicata e soggetta a couperose.

Ma c’è vapore e vapore. Scopriamo per ogni tipo di pelle quali ingredienti aggiungere alla classica pentola di acqua prima di metterla a bollire. Se avete la pelle grassa aggiungete fettine di limone e foglioline di menta. Per la pelle secca unite camomilla, fettine di lime e gocce profumate di ylang-ylang. Per la pelle normale, provate con qualche goccia di olio essenziale di lavanda o rosmarino.

Una volta che l’acqua bolle, togliete dal fuoco e avvicinate il viso, coprendovi con un asciugamano per direzionare il vapore su di esso. Tenete ben chiusi gli occhi o riparateli con una mascherina perché gli ingredienti aggiunti potrebbero irritarli. Fate passare dai 10 ai 20 minuti, non di più. Asciugate il viso tamponandolo delicatamente e quindi procedete con l’applicazione di una maschera esfoliante, seguita, se necessario, dalla rimozione dei punti neri (mai effettuarla con le mani nude per non spargere i batteri ovunque sul viso, meglio usare strumenti appositi sterili o al limite delle veline di carta). Infine, passate il tonico e stendete la crema idratante.

Photo by Facebook

Impostazioni privacy