Lavorare nel tempo libero provoca danni alla salute

Lavorare troppo fa male, se poi si lavora anche in quello che dovrebbe essere il tempo libero i danni sono quasi sicuri. A dirlo sono Anna Arlinghaus e Friedhelm Nachreiner, dell’Università di Oldenburg in Germania, che hanno evidenziato che bastano anche piccole quantità di lavoro extra, come consultare l’email nel fine settimana, per garantirsi un problema di salute all’anno.

SUCCO DI VISCIOLE CONTRO IL DOLORE ARTICOLARE


La tecnologia ha indubbiamente facilitato la vita delle persone, facendo risparmiare tempo anche sul lavoro ma allo stesso tempo ha permesso di essere reperibili sempre, con email,sms,skype. Il lavoro non finisce quindi quando si lascia l’ufficio, ma può interferire anche nelle ore di riposo, nelle vacanze e nei fine settimana. I ricercatori hanno analizzato 57 mila impiegati e hanno visto come più della metà abbia svolto del lavoro extra: aldilà del tipo di lavoro, delle ore passate in ufficio e dell’età, avere contatti lavorativi fuori dalle ore previste causa stress e problemi di salute. Il dato ancora più sconcertante però è che basta un lavoro extra anche di poche ore in un anno per peggiorare la salute.

La flessibilità a livello di tempo e luoghi porta ad un ansia crescente, tanto è che molto spesso si programmano addirittura le vacanze in base alla disponibilità di wifi o di computer, in modo da poter sempre essere rintracciati dall’azienda. In realtà il tempo libero dovrebbe essere davvero tale e bisognerebbe spegnere pc e cellulare per attivare, nella nostra mente, un vero relax che permetta di rigenerarsi. “Per questo per ridurre al minimo gli effetti negativi sulla salute dovrebbero essere ridotte le richieste di disponibilità degli impiegati al di fuori delle ore di lavoro regolari“, hanno detto i ricercatori.

Photo by Facebook

Impostazioni privacy