McDonalds’: l’esperimento sui cheesburger è incredibile

Lo staff di BuzzFeed ha eseguito un esperimento sui panini dei vari fast food: il risultato è scioccante, soprattutto quando si arriva a quello di McDonald’s…

I panini dei fast-food non sono certo l’esempio più calzante di cucina gustosa e salutare. Al contrario, sono particolarmente ricchi di calorie, conservanti, grassi e colesterolo. Colpa delle salse, degli ingredienti dalle lunghe scadenze, dalle modalità di conservazione e ovviamente dagli elementi poco genuini che li compongono. Lo staff di BuzzFeed, sempre in prima linea quando si tratta di bacchettare i colossi della ristorazione (ne sanno qualcosa Coca-Cola e Nutella, solo per fare qualche nome), ha svolto un esperimento sui cheesburger per mostrare quanto siano artefatti e difficili da digerire.

Prima di tutto sono stati acquistati 7 panini in altrettanti fast-food, tra cui Burger King, Wendy’s, Carl’s, Jack in the box e appunto McDonald’s. I cheesburger sono stati posti in un barattolo per 30 giorni al fine di vederne il deterioramento. Chiunque si aspetterebbe di trovare un prodotto decomposto, pieno di muffa. Peccato che però la situazione registrata sia stata ben diversa. Il panino di Burger King è stato quello che ha saputo superare la prova con i voti più alti visto che la quantità “di grigio” era notevole. Il discorso cambia quando si parla di McDonald’s: come si può vedere nella foto in basso, il cheesburger è rimasto intatto. Gli altri marchi si sono posizionati nel mezzo, con macchie di grigio alternate a parti integre.

Il motivo che impedisce ai panini di decomporsi è la massiccia presenza di conservanti e grassi, per questo più abbondano le parti grigie e più il segnale va interpretato in maniera positiva. Osservare la perfezione del cheesburger McDonald’s dovrebbe quindi mettere in allerta i consumatori. A questo si aggiunge un esperimento svolto qualche tempo fa da un professore di chimica dell’Università di Nottingham, il quale aveva immerso i panini nell’acido cloridrico (lo stesso utilizzato dal corpo per digerire): dopo 3 ore il liquido era nero ma il cibo non si era ancora decomposto. Servono infatti dalle 24 alle 72 per liberarsi del tutto dell’hamburger, mentre per la frutta bastano solo 30 minuti…

McDonalds': l'esperimento sui cheesburger è incredibile

LEGGI ANCHE: COCA-COLA, EFFETTI DOPO AVERLA BEVUTA. MA BUZZFEED SEGNALA DELLE IMPRECISIONI

Photo credits Facebook

Impostazioni privacy