Il collutorio fa bene o male? Rischio di cancro o infarto: sarà vero?

Il collutorio – erroneamente chiamato colluttorio – è un prodotto utilizzato per l’igiene orale che si sostiene aiuti a prevenire carie, gengiviti ed alito cattivo. Ma fa davvero bene? Secondo alcuni i collutori alcolici o dal sapore forte possono causare la tosse. Inoltre già nel 2009 uno studio pubblicato sulla rivista Dental Journal of Australia annunciava che i collutori contenti alcool contribuiscono ad aumentare il rischio di sviluppo di cancro orale. Addirittura cinque volte di più di chi fuma e beve frequentemente alcolici. In realtà ancora non ci sono state conferme riguardo questa tesi. Almeno fino ad oggi. Addirittura si pensa che il collutorio possa favorire gli infarti e gli ictus. Secondo uno studio della prof.ssa Amrita Ahluwalia della Queen Mary (Londra) e pubblicato sulla rivista Free Radical Biolody and Medicine, l’uso del collutorio uccide sia i batteri cattivi, ma anche quelli buoni così da promuovere il rilassamento dei vasi sanguigni: in questo modo può esserci un aumento della pressione che potrebbe causare un attacco di cuore.

LEGGI ANCHE: COME LAVARE I DENTI

I ricercatori hanno seguito diciannove soggetti sani che hanno usato il collutorio due volte al giorno: un aumento di due punti della pressione sanguigna aumenta il rischio di malattie cardiache del sette per cento e di ictus del dieci. Gli esperti hanno aggiunto che non vogliono creare allarmismi o suggerire alle persone di smettere di usare i collutori, ma di valutare bene se sia necessario o meno l’utilizzo di questi prodotti. E’ meglio rivolgersi al medico di fiducia e in particolar modo se si è soggetti all’ipertensione.

LEGGI ANCHE: RIMEDI NATURALI PER SBIANCARE I DENTI

Ma si tratta solo di una leggenda metropolitana? In realtà nei collutori è presente la clorexidina, un disinfettante chimico che può macchiare i denti o la lingua. Basta semplicemente non abusarne troppo e il gioco è fatto.

Foto by

Impostazioni privacy