Cefalea: con la fisioterapia il dolore diminuisce del 70%

Il 47% della popolazione europea soffre di cefalea e molti sono i rimedi adottati per combattere questo fastidioso disturbo, che può diventare talmente invalidante da impedire qualsiasi attività quotidiana. Ora, uno studio presentato in anteprima nel congresso dei fisioterapisti AIFI-SIFIR, assicura che la fisioterapia riduce del 70% il dolore causato dalla cefalea. La ricerca è stata condotta da James Dunning, fisioterapista americano docente dell’Università dell’Alabama, e dal fisioterapista Firas Mourad, specializzato in terapia manuale.

SESSO: GLI UOMINI CON LA PANCIA DURANO DI PIU’

I risultati della ricerca propendono per un effetto altamente benefico delle manipolazioni nel ridurre il dolore, la frequenza e l’intensità degli attacchi di cefalea; in più, riducendo il malessere, si diminuisce anche l’uso di antidolorifici, addirittura del 50%. E’ bene ricordare che gli antidolorifici possono avere gravi effetti collaterali, quindi il liberarsi dal loro uso è un segnale importante. Inoltre, il benessere derivato da un ciclo di sedute si protrae per i tre mesi successivi, diminuendo della metà la frequenza delle crisi; per giungere a questi risultati sono state monitorate 100 persone che hanno seguito due tipi diversi di fisioterapia.

Questa è un’altra dimostrazione di come una corretta fisioterapia sia utile nell’affiancare, con eccellenti risultati, le problematiche conseguenti al mal di testa da cefalea, una malattia spesso sotto diagnosticata e male trattata. La fisioterapia, inoltre, può essere fondamentale anche in altri ambiti di intervento come patologie che colpiscono molto frequentemente la popolazione, in particolare colpi di frusta, lombalgie ed artrosi cervicale“, ha detto Firas Mourad. In Italia rimane però il problema della mancanza di un ordine dei fisioterapisti, che costringe le persone a rivolgersi al passaparola e a vagliare attentamente ogni specialista. I requisiti fondamentali sono: laurea in fisioterapia e competenze specialistiche adatte ad ogni problema; sul sito dell’ AIFI si può trovare un elenco di professionisti a cui rivolgersi per cercare di risolvere i propri disturbi in tranquillità.

Photo by Facebook

Impostazioni privacy