Abbuffate natalizie: piccoli trucchi per non rinunciare ai cibi delle feste

Con questo fine settimana iniziano giorni di feste, aperitivi, cene e pranzi che mettono a dura prova la linea. La tentazioni di lasciarsi andare a peccati di gola è davvero tanta così come la voglia di rinunciare a tutto e chiudersi in casa per non rischiare di mangiare calorie di troppo. Ci sono però piccoli trucchi per cercare di non esagerare e limitarsi nell’abbuffata.

CON IL TE ROSSO SI PERDONO I CHILI IN PIU’: ISTRUZIONI PER L’USO

Prima di uscire a pranzo o a cena si può mangiare uno yogurt magro o un piattino di verdure, magari carote e finocchi: in questo modo si eviterà di arrivare a tavola troppo affamate e si ridurrà il consumo di grassi. Ad un aperitivo è meglio evitare superalcolici e optare per un succo, un bicchiere di vino o un bicchiere di spumante per brindare. Ci si possono concedere una tartina, una fetta di prosciutto (meglio se magro), sottaceti e olive, poco caloriche; al momento del pandoro o panettone non è necessario privarsene, ma cercare di mangiarne una fetta piccola e sottile. Tutto di poco è il motto per le portate di ogni pranzo o cena: meglio assaggiare ogni cibo in minime porzioni che rimanere con l’appetito e buttarsi sul dolce.

Attenzione anche i cibi piccanti: fanno venire sete e la tentazione è di concedersi un altro bicchiere di vino. Meglio bere molta acqua e cercare di non strafare né con il cibo né con l’alcool. Il giorno dopo una grande abbuffata non rimanere in casa a dormire: meglio uscire e fare una passeggiata, anche solo di mezz’ora. In questo modo, seguendo questi semplici accorgimenti, si potranno gustare le prelibatezze delle feste, senza disperarsi per i chili in più.

Photo by Facebook

Impostazioni privacy